area riservata

Password Persa?

cerca nel sito

Cava Sviluppo info@cavasviluppo.it

l'associazione

Cava Sviluppo

L’Associazione Cava Sviluppo riunisce un consistente numero di Imprese di Cava de’ Tirreni ed operanti nel Comune, il cui fatturato totale è di molte decine di milioni di Euro e che dà lavoro ad oltre 400 addetti.
E’ di fatto una bella fetta dell’economia locale, che produce ricchezza ed occupazione nel territorio, tanto più importante oggi che sono purtroppo venute meno alcune delle maggiori realtà imprenditoriali locali.
Lo scopo è quello di rappresentare le esigenze della categoria in tutte le sedi competenti, difendere e tutelare il lavoro di queste aziende, ricercare e raggiungere le migliori condizioni che ne favoriscano il mantenimento e lo sviluppo nell’area Comunale.

Storia

L’Associazione Cava sviluppo nasce il 28 settembre 2005 per iniziativa dei soci fondatori.
Tutti erano legati da un profondo legame con la città di Cava de’ Tirreni. Lo scopo era quello di rappresentare, nelle opportune sedi, le esigenze territoriali degli imprenditori.
Il primo Presidente fu Renato Aliberti, a cui negli anni si sono succeduti Raffaele Lazzarini, Mario Pannullo, Gennaro Buongiorno e l’attuale Presidente Maurizio D'Antonio.
In questi anni abbiamo cercato di portare avanti le esigenze del mondo dell’impresa, a cominciare dall’annosa vicenda ASI, alle varie amministrazioni che si sono succedute a prescindere dai colori politici.
Sono state portate avanti varie iniziative, anche di carattere sociale (come Sorriso Cavese).
L’ultima iniziativa è stata la partecipazione all’operazione di salvataggio della Cavese, rispondendo all’appello lanciato dalla città.
Il 2011 sarà un anno fondamentale per il varo di diverse iniziative di carattere imprenditoriali.

Mission

L’Associazione è apartitica e aconfessionale ed ha per scopo la promozione dello spirito di mutua collaborazione e assistenza per una migliore valorizzazione delle risorse umane ed economiche nell’ambito delle attività imprenditoriali, cooperativistiche, assistenziali, culturali e sociali.
L’Associazione potrà svolgere ogni e qualsiasi attività ed operazione idonea per il perseguimento dello scopo sociale e ricevere donazioni e contributi di terzi.